Jannelli Delia

(Taranto 1887- ?)

Si conosce poco di lei. Cordelia (Delia) è figlia di Camillo, medico, già sindaco della città. Diplomata in Lettere, durante la Grande guerra, opera, in qualità di infermiera volontaria della Croce rossa italiana, negli ospedali militari della città. Ne tiene il diario, che pubblica nel 1923, lasciandoci uno dei rari documenti femminili su quest’esperienza.
Negli anni Trenta collabora con la «Voce del popolo»
.

Olindo Spagnuolo, Gelsomini : Romanza. Canto e pianoforte. Versi, di Delia Jannelli.
Bologna, Ditta C. Sarti, 1921, 4. p. 7.

Olindo Spagnuolo, Il puntale : Romanza per piano e canto. Versi di Delia Jannelli
Bologna : Ditta C. Sarti, 1921, 4. p. 4.
 
Per la patria. 24 maggio 1915-24 maggio 1919, prefazione di Quintino Quagliati
Taranto, Tip. Arcivescovile, 1923.

G. Felice Checcacci, Gesù non ci lasciare: Preghiera. [per canto e pianoforte]. Poesia di Delia Jannelli
Firenze, G. E P. Mignani, 1942, 4. p. 3.

Joomla25 Appliance - Powered by TurnKey Linux