Durante Rina

(Melendugno 1928 - Lecce 2004)

Caterina (Rina) laureata brillantemente in Lettere presso l’Università di Bari, si dedica all’insegnamento. Alimenta la sua passione per la letteratura e l’arte frequentando le intellettualità salentine più vitali e autorevoli (tra cui Vittorio Bodini, Oreste Macrì, Vittorio Pagano) e scrivendo del suo Sud in apprezzati romanzi, piece teatrali, saggi. Negli anni Settanta, sulla scia degli studi Ernesto De Martino conduce ricerche etnomusicali, fonda il “Canzoniere grecanico salentino” e si cimenta, con successo, nella produzione di mezzi audiovisivi nella comunicazione culturale. Rimane nel cuore di molti come un riferimento intellettuale importante e carismatico.

Il tempo non trascorre invano
Bergamo, Collana di misura, 1951.

Storie di gatti
in «La Zagaglia», 1962,13, pp. 83-9.

Dolmen Placha
in «La Zagaglia», 1963,19, pp. 341-6.

Il Tramontana
Lecce, Il Critone, 1963.

La Malapianta. Romanzo
Milano, Rizzoli, 1964.

Viaggio in Terra d'Otranto
Bari, Adda, 1972.

Da Verga a Balestrini. Antologia della condizione meridionale
Lecce, Saedi, 1975.

Il sacco di Otranto
Bari, Ed. Adda, 1977.

Tutto il teatro a Malandrino. Vita e spettacolo in un paese del Salento
Roma, Bulzoni, 1977.

Lecce e la sua provincia: turismo, storia, arte, folklore
Bari, Ed. Adda, 1980.

Tavole e bottiglie eccellenti di puglia, Molise e Basilicata
Ostuni, I vini del sole, 1995.

Gli amorosi sensi
Lecce, Manni, 1996.

Cerere e Bacco a piene mani. Una civiltà da salvare
Fasano, Schena, 2001.
 


Sitografia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Caterina_Durante

Joomla25 Appliance - Powered by TurnKey Linux