Antonacci Anna

(Tricarico 1879 - Lecce 1938)

Anna Antonacci è, nell'infanzia, colpita da cecità. Il padre Saverio, avvocato, e la madre, Maria Rubino, donna forte e volitiva, non si arrendono innanzi alla malattia della loro primogenita. Le consentono di studiare in casa e, quando compie dieci anni, di istruirsi nell'istituto napoletano per non vedenti "Principe Umberto di Napoli". Dalla sua esperienza, rielaborata alla luce di una profonda fede religiosa, Anna Antonacci trae motivo per impegnarsi a diffondere istituti di istruzione consimili. Questo suo desiderio si concretizza a Lecce, allorchè, superando non poche difficoltà, fonda, nel 1906, l'Istituto dei ciechi. Manterrà la direzione organizzativa ed educativa dell'istituto fino alla sua morte.

Istituto provinciale per l'istruzione ed educazione dei ciechi d'ambo i sessi. Resoconto morale ed economico per l'anno 1911
Lecce, Tip. Ed. Leccese Eduardo Bortone e Miccoli, 1912.
 


Bibliografia:
- Pia Antonacci ved. Martuscello, Brevi cenni biografici di Anna Antonacci fondatrice e direttrice dell'istituto dei ciechi di Lecce, Lecce, Tip. Scorrano & C., 1939.

Joomla25 Appliance - Powered by TurnKey Linux